Una nuova, prestigiosa partnership con l’Università Bocconi di Milano

Saranno 41 gli studenti del Master in Arts Management and Administration dell’Università Bocconi che, nel mese di maggio, approderanno a Chiusi per un’esperienza formativa applicata.

Il Master, di carattere internazionale con studenti provenienti da tutto il mondo, realizzerà infatti a Chiusi un workshop in performing arts management. Oggetti di studio saranno la città e Orizzonti Festival delle nuove Creazioni nelle Arti performative: gli spazi e i luoghi della manifestazione, le sue caratteristiche e il rapporto con il territorio. I primi giorni saranno dedicati alla fase conoscitiva ed esplorativa, a seguito della quale gli studenti avranno il compito di pianificare cinque progetti negli ambiti-chiave di sviluppo del festival: dal fundraising alla comunicazione, dal rapporto con la cittadinanza all’internazionalizzazione, fino all’impatto turistico.

Parte integrante di questa prestigiosa partnership sarà l’appuntamento di presentazione dei progetti ideati: un incontro pubblico, aperto a Istituzioni e cittadinanza, durante il quale i gruppi di studenti illustreranno i piani operativi impostati. In linea con la didattica innovativa del corso bocconiano, tutta l’esperienza sarà narrata anche attraverso i canali web e social dagli stessi studenti, aumentando la risonanza che quest’esperienza avrà per la città e per Orizzonti Festival.
Con questo progetto prosegue il lavoro della Fondazione Orizzonti d’Arte per la valorizzazione del patrimonio culturale che il territorio di Chiusi possiede attraverso ambiziose aperture a nuovi contatti e collaborazioni.

A credere fortemente nel progetto l’attuale Presidente della Fondazione, Silva Pompili: “Lo scorso anno, durante Orizzonti Festival, abbiamo incontrato il Direttore del Master in Arts Mamagement and Amministration, Andrea Rurale, ed il suo collaboratore Alex Turrini, venuti grazie al loro rapporto professionale e di stima con il nostro Direttore artistico Andrea Cigni. Ci siamo subito messi al lavoro e ad Ottobre, dopo un incontro diretto a Milano, è nata questa idea. Un’occasione di grande rilievo, che permetterà a Chiusi e al Festival di farsi conoscere attraverso il contributo e il lavoro degli studenti di una delle Business School più prestigiose al mondo”.

Grande entusiasmo anche da parte del Sindaco, Juri Bettolini: “Stiamo avviando un nuovo, promettente percorso che vuole rinsaldare i rapporti tra la città e la sua Fondazione. Crescere insieme, questo è l’obiettivo, ed essere insieme vitali perché Orizzonti Festival rappresenta un’opportunità per la Città di Chiusi, così come il patrimonio storico e culturale della nostra città è una risorsa essenziale per il Festival. In questo senso, va l’impegno dell’Amministrazione: vogliamo compiere scelte ardue e coraggiose perché siamo convinti che la crescita del nostro territorio possa passare attraverso un’apertura dei suoi confini, siano essi territoriali o culturali. Così puntiamo al rilancio della nostra città rendendola un crocevia di eventi e di artisti professionisti, un punto di riferimento nazionale nell’ambito delle arti e della cultura. Questa nuova partnership con l’Università Bocconi di Milano ci rende orgogliosi e sapere che sarà un team di giovanissimi provenienti da tutto il mondo ad elaborare proposte per la città, il festival e per l’incremento del suo impatto turistico ed economico, ci darà la spinta giusta per cogliere nuovi e preziosi stimoli”. 

Andrea Cigni, che oltre a essere il Direttore artistico di Orizzonti Festival è anche docente Faculty Professional per i progetti SDA Bocconi – MAMA project in Theatre Production per la Gestione dell’Impresa Teatrale, afferma: “Questa è un’occasione molto importante per due ragioni: da un lato gli studenti avranno la possibilità di studiare in modo diretto l’impianto e l’identità di un festival come il nostro, che ha avuto il merito e la capacità di distinguersi in pochissimo tempo sul piano dell’offerta artistica acquisendo credibilità e riconoscibilità a livello nazionale e internazionale; dall’altro, quella organizzata e promossa è un’opportunità per l’intera città in primo luogo perché il nome di Chiusi avrà una visibilità notevole e, secondariamente, perché tutti i cittadini potranno conoscere meglio Orizzonti Festival da un punto di vista specificatamente produttivo, il suo impatto economico e di immagine al di fuori dei confini territoriali chiusini. Questa partnership con l’Università Bocconi – continua Andrea Cigni – segna un ulteriore traguardo nella crescita delle opportunità formative promosse all’intero di Orizzonti Festival: le collaborazioni con Scuole, Atenei universitari, Conservatori e Accademie di Belle Arti continuano infatti ad aumentare e a distinguersi per la sperimentazione e l’innovazione dei progetti realizzati”.