Fondazione Orizzonti d’Arte: iniziato il conto alla rovescia per l’inizio del Festival

Alla Fondazione Orizzonti d’Arte e nella Città di Chiusi è iniziato il conto alla rovescia per l’inizio del Festival Orizzonti 2017 #Umano. Alla prima serata mancano, infatti, solo quattrodici giorni, ma già nelle prossime ore le compagnie contattate dal direttore artistico Roberto Carloncelli arriveranno in città così come le squadre dei tecnici che inizieranno a lavorare a ritmo serrato per garantire l’avvio del Festival come da programma. Uno degli aspetti più significativi del Festival Orizzonti è, infatti, proprio quello della squadra che la Fondazione Orizzonti d’Arte riesce a mettere in campo per l’allestimento di tutti i dettagli necessari a costruire un Festival di grande qualità. Oltre allo staff della Fondazione, prima durante e dopo il Festival saranno impegnati 4 tecnici assunti direttamente dalla Fondazione Orizzonti (due elettricisti e 2 macchinisti); circa 20 volontari che si occuperanno della biglietteria, delle prenotazioni e della logistica; 3 ditte private del territorio chiusino che si occuperanno della pulizia e montaggio del palco, del materiale cantieristico e del montaggio degli impianti elettrici; 2 ditte private per il service audio e per il materiale di scena; oltre ad alcuni stagisti che aiuteranno lo staff della Fondazione Orizzonti d’Arte nelle mansioni più organizzative. Insomma un vero e proprio piccolo “esercito della cultura” che ora dopo ora continua a lavorare incessantemente per curare ogni dettaglio in vista della prima nota che riecheggerà a Chiusi sabato 29 luglio

“Questi sono giorni febbrili per la nostra città e per la Fondazione Orizzonti d’Arte – dichiara il presidente Juri Bettollini – ogni dettaglio deve essere curato con maniacale precisione e nulla deve essere lasciato al caso. Come prima di un incontro sportivo all’interno della Fondazione c’è la consapevolezza di poter fare un grande risultato solo se il lavoro sarà svolto con grande affiatamento da parte di tutti; il clima è, quindi, operativo e non c’è un attimo di respiro, ma anche sereno perché stiamo lavorando per la cosa più bella che ci possa essere ovvero la cultura. La nostra città aspetta con impazienza di immergersi in quell’atmosfera unica che solo il Festival Orizzonti sa dare e anche noi non vediamo l’ora di arrivare al giorno della prima. Per questo ogni ora è importante e già adesso vorrei ringraziare tutto lo staff della Fondazione, il nuovo consiglio di amministrazione nonché il direttore artistico Roberto Carloncelli per il grande impegno e disponibilità che stanno dimostrando. In vista del Festival c’è ancora tanto lavoro da fare, ma quando il lavoro significa impegnarsi per offrire un vestito di bellezza, arte e cultura alla nostra città, tutto diventa un po’ più leggero. Tra quattordici giorni il Festival avrà inizio e siamo certi che saranno otto giorni indimenticabili.”

La prima giornata del Festival Orizzonti sabato 29 luglio e il via sarà affidato a due artisti locali (Giacomo Margheriti e Alessandro Meacci) che si esibiranno nelle “Sinfonie Etrusche” alle ore 19.00 presso la Tensostruttura. La prima di Piazza Duomo sarà invece qualche ora più tardi con lo spettacolo della compagnia internazionale KATAKLÒ ATHLETIC DANCE THEATRE che offrirà agli spettatori uno spettacolo unico basato sull’alta preparazione atletica e sulla notevole tecnica di danza di tutti gli interpreti, chiamati a mettere in campo versatilità e determinazione.

Ufficio Comunicazione Fondazione Orizzonti d’Arte

Andrea Biagi

Tel:3490584087/3495524583

Pubblicato in News