Quintetto di Ottoni e Percussioni dell’ORT

 

… nel mondo di Astor Piazzolla

 

Quintetto di Ottoni e Percussioni dell’ORT

Donato De Sena tromba e concertatore

Guido Guidarelli tromba | Paolo Faggi corno | Fabiano Fiorenzani trombone

Riccardo Tarlini basso tuba | Roberto Bichi percussioni

Chiara Morandi violino

 

Quintetto di Ottoni e Percussioni dell’ORT

Una band particolare fatta di trombe, tromboni, corni, tube e percussioni tutte prime parti provenienti dall’Orchestra della Toscana.

Nella loro ormai più che ventennale carriera hanno suonato con i più grandi direttori da Zubin Metha a Rafael Frühbeck de Burgos, da Riccardo Muti, Myung-Whun Chung a Luciano Berio effettuando tournée in tutti i paesi del mondo.

L’ensemble di Ottoni e Percussioni dell’ORT è un gruppo che interpreta sia il repertorio originale per ottoni che soprattutto altri generi, che vanno dalle importanti colonne sonore dei film ai grandi tanghi di Astor Piazzolla, con l’obiettivo di far divertire gli spettatori con esecuzioni di altissimo livello. Sono già dieci anni che effettuano concerti in Italia ed all’estero ricevendo da parte del pubblico e della critica grandi apprezzamenti.

Tre i cd pubblicati: due dedicati alle musiche da films per la casa discografica Azzurra, di cui il primo con la partecipazione del pianista Andrea Lucchesini ed il terzo con le composizioni di Astor Piazzola per la Naxos.

Arrangiatore e concertatore dell’ensemble è Donato De Sena, prima tromba dell’ORT

Donato De Sena dal 1991 è prima tromba solista dell’Orchestra della Toscana.

Diplomatosi presso il Conservatorio S.Cecilia di Roma, ha studiato con Sandro Verzari ed in seguito con Claude Rippas al Musikhochschule di Zurigo. Ha collaborato con le principali orchestre e istituzioni italiane (Teatro dell’Opera di Roma, Teatro alla Scala, Accademia di S.Cecilia, Orchestra Sinfonica della RAI di Roma, Milano e Torino, La Fenice di Venezia, Comunale di Firenze).

Per la Rai Radio3 ha eseguito la prima esecuzione assoluta di Selim omaggio a Miles Davis per tromba ed orchestra di Ludovico Einaudi, la Cantata BWV 51 di Bach per tromba, soprano ed orchestra (con Fabio Biondi ed Eva Mei), il concerto di Haydn per tromba ed orchestra, l’Histoire du Soldat di Stravinskij in diretta dal Ravenna Festival, e il Concerto per pianoforte, tromba e orchestra op.35 di Šostakovič, assieme a Alexander Toradze, diretti entrambi da Daniele Rustioni.

La sua attività solistica, cameristica ed orchestrale lo ha portato ad esibirsi nei più importanti festival italiani e stranieri in Europa, Asia, America.

Ha collaborato per alcuni anni con l’A.M.I.T. e con l’Unione Musicisti di Roma per le registrazioni delle più importanti colonne sonore di film da Morricone a Piovani, Trovajoli, Simonetti, Lucantoni, Frizzi.

Dopo l’insegnamento presso i Conservatori di musica di Vibo Valentia, Livorno, Adria e Firenze, attualmente è docente di tromba e musica da camera per ottoni presso il Conservatorio Boccherini di Lucca e presso la Scuola di Musica di Fiesole.

Dall’agosto 2002 è invitato dall’Accademia Musicale Chigiana in qualità di maestro assistente per collaborare con la classe di composizione di Azio Corghi e due anni dopo ha iniziato una collaborazione con l’Orchestra Giovanile Italiana tenendo delle masterclass di perfezionamento per la sezione trombe dell’orchestra.

Ha registrato per Emi, Ricordi, Chandos, Agorà, Gallo, Frame, Arts. Da solista ha inciso il concerto di Francesco Biscogli per tromba, oboe, fagotto ed orchestra (Bongiovanni), il cd per tromba sola e tromba e pianoforte dedicato alla forma Fanfara (Materiali Sonori); ha inciso le Sei sonate per violoncello e basso continuo op.2 di Alessandro Marcello, elaborate per flicorno ed organo e due cd, Gli Ottoni al Cinema, con il Quintetto di ottoni e percussioni della Toscana per l’etichetta Azzurra. Sempre insieme al Quintetto, ha inciso infine musiche di Astor Piazzolla (Naxos), e collaborato con la casa editrice Artemixta di Firenze per la pubblicazione di arrangiamenti per soli ottoni.

Donato De Sena è testimonial artistico per l’Italia di trombe YAMAHA .

Chiara Morandi ha studiato violino sotto la guida di Andrea Tacchi presso il Conservatorio “Luigi Cherubini” di Firenze dove si è diplomata con il massimo dei voti.

Ha proseguito i suoi studi in Germania presso la Musikhochschule di Freiburg sotto la guida di Nicolas Chumachenco conseguendo col massimo dei voti l’Orchestermusiker Diplom e il Solisten Diplom.

Si è perfezionata in violino con Yulia Berinskaya e con Salvatore Accardo presso l’Accademia Stauffer di Cremona e l’Accademia Chigiana di Siena e in musica da camera con Bruno Canino, Alexander Lonquich, Rocco Filippini, il Trio di Trieste, il Trio di Parma ed il Trio Altenberg.

Ha partecipato a vari Concorsi Nazionali ed Internazionali conseguendo 15 primi premi. Nel 2006 ha vinto il Concorso per spalla dei secondi violini all’ORT, ruolo che ricopre tuttora, nel 2009 il Concorso Internazionale per violino bandito dal Teatro alla Scala di Milano e nel 2014 vince l’audizione per Concertino dei primi violini e per Spalla al Teatro Carlo Felice di Genova.

Si è esibita in tutta Europa in numerosi recital solistici, da menzionare quello in duo con il famosissimo chitarrista americano Eliot Fisk, con i pianisti Bruno Canino e Pier Narciso Masi, a Festival Internazionali tra cui il WorldBach-Fest, curato da Mario Ruffini e Ramin Bahrami e con diverse orchestre in qualità di spalla e in qualità di solista tra cui l’ORT, l’Orchestra da Camera Italiana di Salvatore Accardo, la Mihail Jora di Bacau, la JKP e la MHS Orchester di Freiburg, il Teatro Carlo Felice di Genova.

Alla carriera di strumentista affianca con grande passione quella di docente: attualmente ricopre la cattedra di violino presso l’Istituto Musicale Pareggiato “Pietro Mascagni” di Livorno.

Si è diplomata inoltre in viola con il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore presso l’Istituto Musicale Pareggiato “Pietro Mascagni” di Livorno e nel 2010 ha vinto l’audizione per prima viola all’Orchestra della Toscana.