Francis Pardeilhan – “Il Teatro prima del Teatro”, l’Attore Come Artigiano

Laboratorio per giovani attori dal 5 al 10 Agosto 2019

Ultima lezione di corso, il 10 Agosto alle 18:30 presso la Tensostruttura San Francesco, aperta al pubblico.

“…amare non se stesso nell’Arte, ma l’Arte in se stesso.”
Konstantin Stanislavskij

Per un attore/attrice che si trova nel processo di costruirsi un’identità scenica, credo sia più utile comportarsi come artigiano anziché concepirsi come “artista”. Con questo in mente, il seminario ricrea l’atmosfera di una bottega artigianale anziché quella di un museo o di una sala d’esposizione. Un’officina dove il corpo e la voce costituiscono gli strumenti coi quali confezionare la propria unicità performativa.
Nel corso del lavoro i partecipanti saranno messi a confronto con i principi fondamentali della drammatizzazione del corpo e voce, principi che possono portare alla distinzione palese tra l’individuo con una forte presenza scenica e chi semplicemente fa ricorso alla cosiddetta “recitazione.” Principi come: vedere anziché guardare; distinguere tra azione e movimento o il “pensare in verbi”; scoprire come trasformare il proprio peso e la propria massa corporea in energia drammatica; la riduzione di un’azione complessa in componenti elementari; creare tensioni controllate che richiamano l’attenzione dello spettatore, per nominarne solo alcuni. Questa drammatizzazione corporea e vocale si ottiene mediante una serie di rigorosi esercizi, esercizi che vengono quindi organizzati in sequenze, o partiture fisiche e che servono da supporto per eventuali materiali testuali, per la creazione di un personaggio o per una improvvisazione individuali o di gruppo. La voce, strumento primordiale, è l’alter ego dell’attore/attrice. Ampio spazio sarà dedicato allo studio della corretta respirazione ed ad una efficace emissione vocale mediante il potenziamento dei vari risuonatori corporei.

Francis Pardeilhan è Nato da genitori francesi a San Francisco, U.S.A., ha una grande esperienza professionale internazionale. Il suo percorso attoriale inizia in California, e si svilupperà in seguito nel teatro “fringe” di Londra degli Anni 70, per poi consolidarsi nel corso degli undici anni di collaborazione con Eugenio Barba, come attore e pedagogo presso l’Odin Teatret in Danimarca. Dal 1987 risiede in Italia, dove ha fatto parte del corpo insegnante di alcune delle più importanti accademie nazionali di teatro, come il Teatro a l’Avogaria di Venezia, l’Accademia d’Arte Drammatica della Calabria, l’Accademia d’Arte Drammatica Bellini di Napoli, l’Accademia Internazionale di Arte Drammatica Teatro Quirino di Roma, il Centro Universitario di Teatro di Perugia and la Scuola di Recitazione Fondamenta di Roma. Un attore/performer versatile e poliglotta, la sua attività va dalla recitazione in teatro, film e televisione, al doppiaggio e alla direzione di doppiaggio, dalla messa in scena, alla coordinazione di progetti interculturali di teatro giovanile in Europa, Australia, Africa e America. La sua esperienza pedagogica comprende anche l’interazione con soggetti diversamente abili. Ha lavorato con registi tali Vittorio Gassman, Dario Fo, Richard Schechner, Abel Ferrara, Guy Ritchie, Lasse Halström, Mario Martone, Gabriele Salvatores, per nominarne solo alcuni.

 

BIGLIETTI DISPONIBILI ONLINE